Kondrad Lorenz e il baby schema

-
Kondrad Lorenz e il baby schema

Ma gli animali si rendono conto di avere davanti un cucciolo di razza umana? Oppure per loro non c’è differenza fra adulti e bambini (se non di altezza)? La risposta è si, i mammiferi capiscono di avere a che fare con un bambino ed è il loro stesso istinto a suggerirlo.

A spiegarcelo è Konrad Lorenz, padre dell’etologia: è stato lui, nel 1943, a coniare il termine “baby schema”. Il baby schema è l’insieme delle caratteristiche facciali, fisiche e comportamentali che stimolano nell’adulto cure parentali: occhi grandi, viso tondo, andatura goffa, forme arrotondate, pelle morbida, vocalizzi e comportamento “giocherellone” sono solo alcuni dei segnali che i mammiferi intercettano e riconoscono.